LA VISIONE 2023 – Nuove opportunità all’orizzonte –

Il 2022 è ormai concluso da diversi mesi, abbiamo lavorato molto per cercare di innalzare il livello tecnico e culturale del nostro mercato, che non sempre si è dimostrato in linea con gli standard internazionali e le aspettative delle grandi aziende.

L’ Associazione CICPND ha il dovere e la Responsabilità di Coordinare e Promuovere lo sviluppo tecnologico delle imprese attraverso l’attività di Qualificazione e Certificazione, nel settore dei controlli non distruttivi ed in altre tipologie di settori qualificanti che richiedono livelli di sicurezza elevati, competenze e professionalità.

A tal proposito sono in fase di avvio nuove ed importanti iniziative create dal lavoro e dalla passione di tecnici ed esperti che operano all’interno delle varie commissioni tecniche CICPND, le quali si sono dimostrate molto attive nel corso del 2022 ed ancor più ambiziose nelle proposte presentate per le opportunità dei prossimi anni ed in particolar modo per l’anno in corso 2023.

Tra le priorità dell’Associazione c’è il supporto al mercato per la transizione della nuova UNI EN ISO9712 edizione 2022, la quale come già visto nei precedenti articoli e Webinar dedicati, porterà diversi cambiamenti nell’approccio e nella strutturazione dei percorsi di qualificazione e certificazione del personale, valorizzando il concetto del mantenimento delle competenze e della specializzazione tecnica.

Proprio per incentivare il processo di mantenimento delle competenze, già presente come approccio negli schemi Aeronautici, Ferroviari e nella SNT TC 1A, verranno proposte una serie di iniziative che permetteranno di tenere aggiornato le competenze nei vari livelli e metodi certificati UNI EN ISO 9712, garantendo un processo di aggiornamento continuo ed ottenendo punteggi utili e necessari per dimostrare i requisiti presenti nel sistema di credito a punteggio presente nella nuova versione della 9712.

Tra le iniziative più interessanti, si può riportare qualche contributo per i seguenti progetti:

CERTIFICAZIONE DEL PERSONALE ADDETTO ALL’UTILIZZO DI MACCHINA DI MISURA A COORDINATE
Regolamento CICPND N° 199

Le misure sono un contesto molto ampio e complesso, si tratta di una tematica affrontata con dettaglio in moltissimi settori industriali e presente all’interno dei reparti di qualità e collaudo delle aziende. Molte delle Failure che avvengono su componenti meccanici e non, sono causate da errori di misura e più in generale da problematiche di natura geometrica.
Il tecnico che effettua tali misure ha quindi una responsabilità molto elevata, in quanto la sua attività potrebbe risultare causa di possibili problematiche riscontrate in fase di montaggio e/o esercizio del componente. Risulta comunque complesso identificare la tipologia di profilo e quindi la conoscenza tecnica che dovrebbe essere affiliata al tecnico che svolge tali misure. A tal proposito, la commissione CICPNDCMM (macchine di misura a coordinate) ha rielaborato il Regolamento 199 con lo scopo di aggiornare le metodologie/strumentazioni utilizzate per effettuare misurazioni e di conseguenza per ridefinire i parametri di conoscenza tecnica necessari al professionista per poter svolgere tali attività.
Il Regolamento, gestito in regime di Accreditamento, prevede attualmente le seguenti tipologie di applicazione: CMS macchina otticaCMS braccettoCMS tracker. L’accesso ai moduli specialistici, risulta possibile solo dopo l’acquisizione delle conoscenze di base trasversali a tutte le metodologie di misura, come ad esempio, la lettura del disegno tecnico, il concetto di precisione, tolleranza, incertezza, reperibilità, ecc ecc. L’avvio dello schema prevederà l’attivazione di un bando nazionale a titoli per i Grandfathers, i quali potranno operare nelle attività di formazione e certificazione del personale per un certo periodo, come se fossero certificati di Livello 3. Lo sviluppo delle attività di formazione per i Livelli 1 e 2 verrà strutturato attivando un processo di approvazione dei CDA – Centri di Addestramento, i quali dovranno disporre competenze, conoscenze e soprattutto strumentazioni tecniche necessarie per approfondire le tematiche di interesse.

CRTIFICAZIONE DEL PERSONALE IN TOMOGRAFIA
Regolamento CICPND 60/a e UNI EN ISO9712:2022

La TOMOGRAFIA può essere identificata come una tecnica radiografica, nella quale è possibile rielaborare l’immagine in 3D ed ottenere informazioni utili per effettuare misure, analisi difettologiche, reverse engineering e molte altre attività. L’evoluzione di questa tecnica richiede nuove competenze ai radiologi, i quali oltre alle conoscenze sulle radiazioni ionizzanti, all’emissione dei raggi x e sulle modalità di funzionamento di un tubo per la generazione delle radiazioni, necessitano di una specializzazione nella conoscenza dei sistemi di acquisizione, nell’elaborazione delle immagini e nella verifica dell’affidabilità del sistema. L’ applicazione del metodo risulta ancora poco normato, anche se iniziano ad essere presenti documenti di riferimento anche a Livello internazionale. La nuova UNI EN ISO 9712, nell’allegato F richiama espressamente questa tecnica e definisce i requisiti per la qualificazione e certificazione del personale, seppur non fornendo nessuna indicazione relativamente al syllabuses (programma didattico) utile e necessario per conoscere le competenze per propedeutiche per poter accedere all’esame di certificazione. Lo schema verrà attivato sviluppando attività specifiche di divulgazione al mercato e strutturando un percorso di approvazione dei Grandfathers, i quali supporteranno il mercato nella creazione delle prime figure certificate di Livello 1, 2 e 3.

CERTIFICAZIONE DEL PERSONALE ADDETTO ALLA RICERCA PERDITE SU CONDOTTE IDRICHE Regolamento CICPND 447

Dalle stime provenienti dall’informazione Nazionale, oltre il 40% dell’acqua che transita nelle condotte degli acquedotti Italiani, viene persa durante il tragitto a causa di perdite nell’infrastruttura. Sul mercato esistono alcune tecniche non distruttive che funzionano con il principio acustico, che possono essere applicate in campo e sono in grado di ricercare con un ottimo livello di precisione, eventuali perdite nelle condotte idriche presenti nel sottosuolo. In una Raccomandazione tecnica elaborata dal CNR nel settembre del 1992, viene espressamente indicato che i tecnici che eseguono tali indagini devono essere qualificati, quindi competenti per poter svolgere questa attività, cosi come per qualsiasi attività non distruttiva che richiede una valutazione di un dato. Il Gruppo di lavoro CICPND-AIPND Ricerca perdite, a seguito di questa necessitò del mercato e grazie all’opportunità proveniente dai vari fondi del PNRR – Piano Nazionale Ripresa Resilienza, ha progettato uno schema di qualificazione e certificazione del personale, in grado di rispondere alle Raccomandazioni del documento CNR ed alle esigenze delle grandi aziende di gestione delle infrastrutture idriche, che richiedono maggiori livelli di competenza e certificazioni emesse da terze parti. L’ avvio di queste attività prevederà un percorso di informazione tecnica della materia, effettuata tramite webinar, incontri tematici e manifestazioni del settore, a seguito verrà creato un Bando Nazionale per i Grandfathers e saranno organizzate le prime attività di formazione e certificazione del personale, effettuate presso campi prova nei quali sarà possibile effettuare esperienze pratiche nell’utilizzo della strumentazione e nella relativa ricerca delle perdite.

Queste sono solo alcune delle novità che saranno introdotte nel breve periodo, CICPND continuerà nel percorso di divulgazione tecnica chiedendo supporto e collaborazione ai maggiori esperti del settore.
Si ringraziano tutti i partecipanti delle commissioni tecniche per l’impegno e la costante dedizione dimostrata.

Michael Reggiani
Direttore Generale CICPND
Vice Presidente AIPnD

Pubblicato su: “Il Giornale delle Prove non Distruttive Monitoraggio Diagnostica” n.4/2022