GLI EXPEDITER – Una professione da valorizzare

Stato Avanzamento Lavori

Nella fase di avanzamento di un progetto, si incontrano spesso delle criticità che se non gestite nei tempi e nei modi corretti possono generare problematiche alquanto gravose, sia dal punto di vista della sicurezza, sia dal punto di vista dell’economicità del progetto stesso.

Per evitare l’insorgere di tali criticità, il mercato utilizza dei professionisti che hanno il compito di supervisionare passo dopo passo, lo stato di avanzamento dei lavori in tutte le fasi di processo, dal controllo dei materiali per la verifi ca della qualità, alle modalità di imballaggio per la spedizione e trasporto.

Si tratta di una figura professionale molto complessa dal punto di vista della declinazione del profilo, in quanto è intrinseco nelle proprie attività una conoscenza multidisciplinare che spazia dalla conoscenza Tecnica dei materiali, processi di fabbricazione, sino a competenze di natura attitudinale come la capacità di interpretazione di norme/codici/specifi che tecniche e soprattutto competenze sulla gestione delle commesse (project manager e leadership).

Una delle attività più importanti che contraddistingue questa figura e principale motivo della sua frequente applicazione è relativa alla necessità di monitoraggio delle tempistiche di attuazione del progetto, evitando pertanto di trovarsi a dover gestire penali relative a ritardi causati da disguidi di approvvigionamento, non conformità dei componenti, difettosità nei materiali e/o altre situazioni che potrebbero essere risolte applicando maggiori controlli durante lo stato di avanzamento dei lavori.

È molto complesso sintetizzare le funzioni che svolge questa figura, ma possiamo riassumerle nei quattro macro punti seguenti:

Controllo della produzione:

l’Expeditor ispeziona la produzione e ne verifica la conformità agli standard richiesti dal contractor. Ciò è particolarmente necessario per le apparecchiature alimentari o di ingegneria come i componenti delle centrali.

Controllo qualità:

verifica la conformità costruttiva dei componenti, i test eff ettuati, i collaudi dimensionali, le prove a fatica (es. prove in pressione), come richiesto dagli standard del cliente.

Ispezione imballaggio / trasporto:

controllo dell’imballaggio per trasporti speciali e/o per condizioni avverse del trasporto (ispezione pre-imbarco).

Gestione del progetto:

in un progetto su larga scala, non vengono controllate solo le merci. L’Expeditor controlla tutte le scadenze di approvvigionamento materiali, lavorazioni dei fornitori ed assemblaggio.

Negli anni, molte di queste figure hanno cercato di valorizzare le proprie competenze inserendo le esperienze vissute all’interno dei propri CV, ma molti grandi contractor non accettano dichiarazioni autoreferenziali e richiedono una certificazione delle competenze specifiche.

A tal proposito, a seguito delle numerose richieste del mercato, CICPND ha sviluppato il Regolamento 340 che permette di riconoscere le abilità, le esperienze e le qualifiche dei professionisti del settore, certificandole in modo univoco e riconoscendole in 3 livelli di competenza per i seguenti settori merceologici:

  • Settore Meccanico -MC
  • Settore Elettrico -EL
  • Settore Idroelettrico -ID
  • Settore Civile -CV

La figura dell’Expediter, può essere certificato nei seguenti livelli di riferimento:

EXPEDITER LIVELLO 1

Una persona certificata di livello 1 è qualificata in un determinato settore ad effettuare operazioni di verifica degli avanzamenti in produzione sulla base di check list già preparate con l’indicazione di tutte le attività di follow up da monitorare e con la cadenza delle ispezioni definite dal personale di livello 2 o 3.

Il Livello 1 deve essere in grado di:

a) conoscere i processi produttivi tipici del settore per il quale richiede la certificazione;
b) essere in grado di monitorare e quantificare l’avanzamento sulla base di criteri oggettivi definiti preventivamente dal Livello 3 e/o in base all’istruzione operativa ricevuta dal Livello 2;
c) essere in grado di comprendere la struttura di un Piano di Controllo Qualità/Quality Control Plan (QCP) monitorando e registrando l’avanzamento dei controlli su sulle forniture seguendo le istruzioni defi nite nel QCP (Quality Control Plan) sotto la responsabilità del livello 2 e 3;
d) essere in grado di monitorare e registrare l’avanzamento dei controlli;
e) essere in grado di redigere un rapporto sull’avanzamento della produzione.

EXPEDITER LIVELLO 2

Una persona certificata di livello 2 è qualificata in un determinato settore per eseguire e condurre operazioni di verifica di avanzamento di produzione secondo procedure stabilite.

Oltre ai requisiti specifici del personale di livello 1, deve essere in grado di:

a) comprendere i termini contrattuali specifici dell’attività da monitorare (es. INCOTERMS);
b) comprendere i requisiti tecnici e, di conseguenza, i relativi impatti sulle tempistiche della produzione;
c) comprendere i processi produttivi specifici della produzione;
d) comprendere gli aspetti logistici della produzione e che possono avere impatti sulla consegna delle forniture (es. trasporti eccezionali, tempi di sdoganamento, autorizzazioni per i transiti, imballaggi, ecc.);
e) leggere e comprendere le schedule di progetto (diagrammi di Gantt);
f) leggere e comprendere una Document List per poter valutare anche lo stato di avanzamento dell’ingegneria;
g) scegliere la modalità operativa del controllo da utilizzare per la verifica dell’avanzamento;
h) definire la cadenza delle ispezioni da effettuare in base all’importanza, all’urgenza ed alla difficoltà della fornitura;
i) effettuare le verifiche di avanzamento mediante l’acquisizione dei dati utili in accordo alla pianificazione elaborata dal livello 3;
j) redigere le istruzioni scritte per le verifiche di avanzamento di produzione per il livello1;
k) svolgere e sorvegliare tutti gli incarichi propri di un livello 1;
l) comprendere quanto riportato nel Piano di Controllo Qualità/Quality Control Plan (QCP) e fornire supporto specifico al Livello 1 sul piano operazionale e al Livello 3 in caso di specifica esperienza pregressa su un particolare manufatto e/o attività;
m) addestrare o guidare il personale di livello 1;
n) redigere un rapporto sulle attività di verifica, riportando i risultati dell’analisi dei dati acquisiti durante l’ispezione (coerenza con il programma di progetto, scostamenti dalla baseline, criticità, ecc.);
o) possedere le capacità e competenze relazionali per poter lavorare in connessione con gli attori coinvolti nella fornitura di un manufatto, in primo luogo curando una comunicazione efficace e la relazione con gli altri (team work).

EXPEDITER LIVELLO 3

Una persona certificata di livello 3 è qualificata in un determinato settore per dirigere qualsiasi attività di verifica di avanzamento della produzione.

Oltre ai requisiti specifi ci del personale di livello 2, deve essere in grado di:

a) verificare e convalidare la pianificazione tempi/metodi adottata dal costruttore (cronogramma attività) ed assegnazione delle risorse;
b) definire dei criteri oggettivi di quantificazione dell’avanzamento conseguito, da inserire nella procedura operativa che verrà redatta dal Livello 2, in base alla conoscenza dei processi produttivi e dei requisiti di qualità specificati nel contratto;
c) interagire con la gestione progetti per il coordinamento delle attività in caso di molteplici fornitori e contribuire alla definizione dei cronoprogrammi iniziali;
d) stabilire e convalidare le tecniche e le procedure di verifica avanzamento, produzione e collaudo, in conformità al
Piano di Controllo Qualità/Qualità Control Plan;
e) possedere la conoscenza ed esperienza relativamente ai principali processi di fabbricazione industriale tipici del settore di qualificazione ed essere in grado di fare comparazione critiche tra tali processi ed anche con processi tipici di settori contigui, sia dal punto di vista tecnico che da quello delle risorse impiegate;
f) formare ed esaminare personale di livello uguale o inferiore

Per ogni settore viene richiesto un requisito minimo di addestramento e di esperienze professionale, in funzione al livello tecnico ed alla scolarità.
La valorizzazione di questi super tecnici con competenze trasversali, che spesso svolgono attività anche in luoghi al limite delle normali condizioni di sicurezza, deve avvenire rispettando i più severi percorsi di addestramento e certificazione del personale, in quanto la Certificazione Expediter risulta un’Assicurazione a tutti i livelli aziendali, un asset strategico per la definizione delle politiche di differenziazione ed una valorizzazione professionale per ogni tecnico che acquisisce questo riconoscimento.

PROSPETTO I – REQUISITI MINIMI DI ADDESTRAMENTOSETTORI

SETTORILIVELLO 1 (ore)LIVELLO 2 (ore)
Meccanico (ME)1624
Elettrico (EL)1624
Idroelettrico (ID)1624
Civile (CV)1624

Michael Reggiani
Direttore Generale CICPND
Vice Presidente AIPnD

Pubblicato su: “Il Giornale delle Prove non Distruttive Monitoraggio Diagnostica” n.2/2021